Trofeo Iuvenalia

Ludi Romani vuol essere anche una fucina di sperimentazione per gettare uno sguardo sul futuro dei beni culturali, un pro memoria costante del valore del nostro patrimonio storico, che ci accompagni nel corso dell’anno spingendo le tante realtà, impegnate nel settore, a trovare nuovi spunti e sbocchi per la didattica e la divulgazione. Ecco perché all’interno dei Ludi Romani ricade una programmazione annuale che culminerà nella settimana di settembre.

Il 24 maggio 2013 si è svolto il 2° Trofeo Iuvenalia, giochi ispirati a quelli istituiti dall’imperatore Nerone, che hanno coinvolto in attività sportive, prove di creatività tra musica, parola e movimento circa 200 bambini delle classi V della scuola primaria. Un modo divertente per riscoprire i valori della competizione, lo spirito di cooperazione, la serietà del gioco e pillole di conoscenza della storia antica.

Iuvenalia 59 d.C.

Istituiti da Nerone nell’anno 59 d.C. i giochi Iuvenalia rispecchiano la svolta culturale e politica dell’imperatore che, aderendo a modelli ellenistici, conferma la sua passione per le arti, musica, canto, recitazione, non semplicemente come antico mecenate e moderno talent scout, ma anche come interprete ispirato. I giochi dedicati alla gioventù si svolsero sul Palatino e coinvolsero giovani di ogni provenienza ed estrazione sociale: anche il ventiduenne Nerone si esibì con la cetra, nel canto e nella poesia. Subito dopo ideò varie forme di competizione, includendo oltre alle gare poetiche, quelle di eloquenza, atletica, corse dei cavalli. Del discusso progetto neroniano ci piacerebbe dunque recuperare e aggiornare ciò che le fonti storiche hanno invece esasperato: la componente esibizionistica, l’inadeguatezza tecnica, l’indecorosa immagine artistica, disdicevole per un cittadino romano, la spinta antitradizionalista e irriverente.

Iuvenalia oggi: obiettivi

Reinterpretando quelli che erano considerati i limiti del modello antico (per l’indissolubile legame tra cultura, morale, politica) vorremmo far rivivere gli Iuvenalia ispirandoci ad alcuni valori chiave:
• Squadra: i giochi nascono dalla cooperazione di tutti i partecipanti, dal contributo che ciascuno saprà dare per il raggiungimento dell’obiettivo.

• Competizione: lo spirito che anima i giochi è improntato ad una sana competizione fatta di rispetto e collaborazione reciproca. Aiuta a crescere e non va eliminata, deve sostenere e rendere più forti e non va mai esasperata.

• Conoscenza: il passato è la nostra memoria e la nostra spinta verso il futuro. Conoscerlo attraverso diverse forme di gioco permetterà ai ragazzi di accrescere il loro interesse per la storia e per tutte le forme di sapere.

• Mens sana in corpore sano: il modello greco-romano dell’impegno intellettuale associato alla cura e all’esercizio del corpo. Pensiero e azione presuppongono una mente allenata e un fisico pronto e armonico: i giochi metteranno alla prova capacità intuitive e resistenza fisica, svelando il piacere del movimento nello spazio che ci circonda.

• Libertà e disciplina: ogni partecipante potrà esprimersi liberamente, dar sfogo alla propria creatività ma dovrà sapersi relazionare con una figura guida che impartirà consigli, definirà regole e limiti.

• Cultus et ludus: vogliamo far rientrare in questo binomio ogni espressione frutto dell’unione di mente e corpo. Abilità, emozioni, ragionamenti e deduzioni, prove fisiche, idee creative, inclinazioni artistiche, tutto contribuisce alla formazione dei giovani. Il gioco è il legante, stimolo alla socializzazione e alla cooperazione.

ALBO VINCITORI

2013 – V° Circolo Didattico Vittorio Alfieri
2012 – V° Circolo Didattico Vittorio Alfieri

 

juvenalia 2013@ (1).jpgjuvenalia 2013@ (10).jpgjuvenalia 2013@ (11).jpgjuvenalia 2013@ (12).jpgjuvenalia 2013@ (13).jpgjuvenalia 2013@ (14).jpgjuvenalia 2013@ (15).jpgjuvenalia 2013@ (16).jpgjuvenalia 2013@ (17).jpgjuvenalia 2013@ (18).jpgjuvenalia 2013@ (19).jpgjuvenalia 2013@ (2).jpgjuvenalia 2013@ (20).jpgjuvenalia 2013@ (21).jpgjuvenalia 2013@ (22).jpgjuvenalia 2013@ (23).jpgjuvenalia 2013@ (24).jpgjuvenalia 2013@ (25).jpgjuvenalia 2013@ (26).jpgjuvenalia 2013@ (27).jpgjuvenalia 2013@ (28).jpgjuvenalia 2013@ (29).jpgjuvenalia 2013@ (3).jpgjuvenalia 2013@ (30).jpgjuvenalia 2013@ (31).jpgjuvenalia 2013@ (32).jpgjuvenalia 2013@ (33).jpgjuvenalia 2013@ (34).jpgjuvenalia 2013@ (35).jpgjuvenalia 2013@ (36).jpgjuvenalia 2013@ (37).jpgjuvenalia 2013@ (38).jpgjuvenalia 2013@ (39).jpgjuvenalia 2013@ (4).jpgjuvenalia 2013@ (5).jpgjuvenalia 2013@ (6).jpgjuvenalia 2013@ (7).jpgjuvenalia 2013@ (8).jpgjuvenalia 2013@ (9).jpg