Descrizione

I Ludi Romani, Festival internazionale della civiltà e cultura romana, sono una manifestazione giovane che si accinge a salutare la sua terza edizione. Una riflessione è dunque necessaria per valutare le criticità, calibrare gli obiettivi e dare un’impronta riconoscibile ad un evento complesso e sicuramente ambizioso.

Le passate edizioni hanno riscosso un inaspettato successo di pubblico e una notevole attenzione mediatica e questo ci spinge a continuare, a trovare nuove soluzioni e sinergie. L’idea della manifestazione nasce dalla volontà di valorizzare una delle aree archeologiche più prestigiose della città: il Parco dell’Appia Antica; un insieme unico di ricchezze archeologiche e naturalistiche. L’organizzazione dell’evento si basa su diverse iniziative articolate lungo tutto il tessuto archeologico e paesaggistico del Parco, cercando di valorizzarne, con attività dall’alto valore didattico e divulgativo, le diverse aree d’interesse. Punto focale della manifestazione sarà l’area archeologica della Villa di Massenzio. Il complesso monumentale sarà trasformato per due giorni in un vero e proprio spaccato dell’antica Roma; saranno allestiti vari spazi, ognuno con le proprie peculiarità e attività. All’interno della zona contigua ai carceres dell’antico circo saranno realizzati spazi legati alle attività della manifestazione: sarà approntato un piccolo campo legionario, ricostruito secondo criteri filologici. Vicino all’accampamento, nell’area antistante l’ingresso al complesso funerario del mausoleo di Romolo Augusto saranno organizzate altre aree didattiche, come la caserma dei piccoli legionari e l’emporium.

In uno scenario altamente evocativo si muoveranno i protagonisti dell’epoca, soldati, senatori, matrone, schiavi e uomini comuni, impegnati a vivere e sopravvivere in una metropoli piena di contraddizioni. Dimostrazioni di giochi (gladiatori, atletici), parate militari, esercitazioni e laboratori didattici per adulti e bambini, offriranno un giusto equilibrio tra intrattenimento e sapere, tra leggerezza e approfondimento, nella speranza di suscitare curiosità e passione per le nostre radici e per il mondo di cui portiamo una non facile eredità. Saranno realizzati inoltre anche degli spettacoli di intrattenimento, aventi come oggetto la storia di Roma.

Perche’ Ludi Romani

Nel mese di Settembre, dedicato interamente a Giove Ottimo Massimo, si svolgevano i giochi detti anche Ludi Magni, imponenti e dispendiosi, che in età augustea si protraevano per sedici giorni. Consistevano in una serie di manifestazioni, una parata, il sacrificio, giochi circensi e rappresentazioni teatrali, che avevano luogo nel Circo Massimo, uno degli edifici di spettacolo simbolo della città, eretto secondo la tradizione dal re etrusco Tarquinio Prisco.

Danza, musica, teatro, abilità sportive e guerriere si mescolavano in una serie di eventi che coinvolgevano l’intera popolazione. I giochi erano in onore di Giove, venerato nel tempio sul colle Capitolino, garante della coesione dello stato, dell’eternità e del potere di Roma, del suo destino di grandezza.